Associzione LISten

Sede legale: Via Cerrino, 1 - 13044 Crescentino (Vc)

Tel.: 3497023024 / 3409506264 / 3481262983

C.F.: 94039090025

E-mail: listen.associazione@gmail.com

Social
  • Facebook Social Icon
  • instagram
  • YouTube Social  Icon
Please reload

Post recenti

La LIS è stata la mia infanzia

May 16, 2017

Sarà che a me le storie di vita sono sempre piaciute tanto, ma qui sta prendendo piede qualcosa di meraviglioso... tanti ragazzi sordi e udenti stanno chiedendo di poter raccontare la loro storia, e questo secondo me è un messaggio importante di integrazione e di condivisione. Un messaggio positivo per chiunque legga, perchè ascoltare e comprendere i vissuti altrui senza giudizi o pregiudizi è sempre fonte di arricchimento reciproco. Serve a crescere, serve a conoscere, serve a mettersi in panni diversi dai nostri, serve a capire quante strade la vita possa riservare.

Nello specifico serve anche a far emergere un mondo spesso nascosto dietro al proprio silenzio: il mondo dei sordi. 

 

La storia di oggi è quella di Irene.

Ho conosciuto Irene qualche anno fa all'Istituto dei Sordi, era una ragazzina che studiava per le verifiche scolastiche... l'ho ritrovata qualche anno dopo, cresciuta, sorridente, energica studentessa universitaria. E sono molto felice che oggi abbia scelto di raccontarci la sua storia... una carica di energia e forza per tutti. 

Buona lettura!

 

"Ciao a tutti!

Mi chiamo Irene, ho 20 anni, sono nata sorda in una famiglia udente a Ivrea.

Vorrei raccontarvi come i miei hanno scoperto la Lingua dei Segni.

 

Quando avevo un anno, i miei genitori provavano a chiamarmi con la voce: "Irene! Irene!" ma io non rispondevo.

Allora mi hanno portata dalla logopedista (non conoscevano ancora la cultura del mondo dei sordi). La logopedista ha consigliato loro di imparare la Lingua dei Segni e di insegnarla a me. Così hanno chiamato un'educatrice per insegnarmi la LIS. 

L'educatrice è stata con me fino alla quinta elementare e allo stesso tempo i miei genitori frequentavano il corso LIS.

A tre anni, quando sono andata dalla logopedista ho conosciuto altre due bambine sorde segnanti, una ha cinque mesi più di me, si chiama Francesca e l'altra, che è più grande di me, si chiama Stella.

 

Quindi sono cresciuta con loro due e con la LIS. Alla scuola materna, e fino alla metà della seconda elementare, la mia compagna sorda e segnante è stata Francesca e quindi ho usato molto la LIS con lei.

Alla scuola elementare tutti i miei compagni volevano imparare la LIS e noi l'abbiamo insegnata a tutti. 

A metà della seconda elementare  Francesca si è trasferita in Sicilia, io sono stata da sola fino alla quinta elementare ma non ho avuto problemi a comunicare con gli altri, comunicavamo semplicemente con la LIS.

Quando facevo quarta elementare, la mia educatrice è rimasta incinta, la nuova educatrice che la sostituiva mi ha portata a Torino e lì ho incontrato un' altra sorda segnante che si chiama Ilaria. Da quel giorno ho stretto amicizia anche con lei.

 

In prima media mi sono trasferita a Torino, dove vivo ancora adesso. 

Qui ho frequentato con Ilaria la scuola media "Giovanni XXIII" a Pianezza, la scuola superiore Liceo "Frassati" all'istituto dei Sordi di Torino e adesso studio all'università di Torino, presso la facoltà di "Scienze della comunicazione".

Da quando mi sono trasferita, ho conosciuto altri ragazzi sordi che frequentavano l'Istituto dei sordi. All'inizio non credevo di trovare così tanti sordi visto che ero abituata a stare con gli udenti. Nel mio paese incontravo al massimo 3 o 4 sordi segnanti.  

Pian piano mi sono abituata a stare anche con altri sordi, con cui comunicavo più velocemente.

 

Però ci sono stati anche dei periodi in cui stavo male perché loro mi prendevano in giro oppure mi facevano dispetti. All'inizio solo alcuni ragazzi sordi più grandi di me, poi anche alcuni compagni della scuola media sui social. Nel periodo del liceo, dalla terza fino alla quinta liceo, c'era un compagno che parlava sempre alle spalle e non ci ha mai ammesse nel suo gruppo. Altre compagne più brave, invece, ci aiutavano sempre.

In questo periodo mi sono sentita meno integrata, ho sopportato per tre anni e poi in quinta ho avuto finalmente un momento di sfogo.

 

Finita la scuola, ho iniziato l'università e ho conosciuto il mio amico sordo impiantato e segnante Marco.

Marco a febbraio mi ha portata all'inagurazione di un'associazione: LISTEN!

 

Da lì ho iniziato a essere felice, perché mi sentivo di nuovo integrata.

Ci sono persone simpatiche e stupende, anche se le conosco da poco, ho fatto nuove amicizie!

Mi sento benissimo in questa associazione ed è anche utile per me perché ci sono persone interessate alla Lingua dei Segni, come me.

Lì frequento anche il corso di teatro, mi sta piacendo molto e penso di continuare fino alla fine.

A fine giugno abbiamo anche uno spettacolo!

Oltre a questo ho frequentato anche il corso di fotografia.

Voglio dire che mi sento felice di tutto questo!

 

Grazie a tutti"

 

Irene

 

 

Grazie a te, Irene... per le belle parole che hai speso per noi e la nostra "LiSten". LISten è nata propio per unire ed essere una "casa" per tutti. Siamo felici se ci stiamo riuscendo :) 

Ma soprattutto, grazie per averci raccontato la tua storia. Un'bell'esempio di tenacia, determinazione, sempre con il tuo sorriso. 

Grazie di essere parte della nostra grande famiglia! 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Seguici
Please reload

Archivio
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square
This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now